Baia al Vento

Baia al Vento Bolgheri Superiore 2018: una DOC, un Supertuscan

1024 683 Tenute Folonari
  • 0

Il Baia al Vento Bolgheri Superiore DOC rientra nella denominazione Bolgheri ma appartiene alla logica dei Supertuscan. Questo sia per l’uvaggio, in prevalenza Merlot, sia perché rappresenta il profilo sensoriale più complesso che la Ambrogio e Giovanni Folonari Tenute ha in produzione nella Tenuta di Campo al Mare

Baia al Vento Bolgheri DOC 2018

Il terroir

È un vino potente, con una una struttura, un profilo sensoriale, una ragione d’essere che lo rendono unico. I vigneti da cui nasce sono posti a pochi metri d’altitudine sul mare, a monte della bolgherese, nelle zone stori camente più vocate. Qui, l’enologia non fa altro che ottimizzare una viticoltura estrema, non nelle difficoltà ma nella vocazionalità, con la costante ricerca della qualità. Per questo, la produzione per ettaro è attentamente equilibrata in funzione della massima espressione del terroir.

L’annata 2018

L’annata 2018, dopo quella molto difficile del 2017, ha riportato gli equilibri a un valore ideale con un andamento straordinariamente normale come non se ne vedevano da tempo. La vendemmia è stata quindi regolata sui tempi ottimali senza problemi ambientali di avversità climatiche “giocando” con il momento vendemmiale perfetto. Il Merlot viene raccolto quando esprime la migliore maturità fenolica, l’ottimale estratto secco e il massimo contenuto zuccherino. A seguire, è stata operata una fermentazione molto lunga, seguita da una brevissima maturazione e pulizia in inox a novembre per togliere le fecce più grossolane. Quindi, un lunghissimo periodo in legno tostato in bottaia termocondizionata per far sì che il legno abbia l’ambiente migliore per scambiare le proprie peculiarità con il vino e viceversa, interrotto da pochissimi travasi. Il risultato è un vino di grande forza sensoriale ma sempre elegante. 

Il Baia al Vento Bolgheri Superiore 2018

Il Baia al Vento Bolgheri Superiore DOC 2018, è un vino solare, fortemente mediterraneo. Un vitigno come il Merlot, con grandi capacità di accumulo di sostanze enoiche, in una stagione equilibrata e in una terra fortemente soleggiata, esprime la perfetta ridondanza sensoriale: liquirizia, timo, aromi del legno come spezie, tabacco, cioccolato. La bocca è molto strutturata, corposa, morbida, mai con eccessi verso il dolce, sempre con tannini molto vellutati e setosi e un’alcolicità equilibrata che accompagna una grande morbidezza. 

L’annata 2018 conferma il Baia al Vento Bolgheri Superiore DOC come un vino estremamente potente, mai eccessivo ma sempre armonico nella sua completezza sensoriale.

NEWSLETTER