La Fuga Brunello di Montalcino DOCG 2015. Un’espressione di pura armonia

600 900 Tenute Ambrogio e Giovanni Folonari | Vini di Toscana
  • 0



L’annata 2015, con i suoi ritmi eccezionalmente normali, ci ha regalato un Brunello incredibilmente fedele a sé stesso.

Un’annata bella, grassa, pastosa, equilibrata nei numeri che ha permesso al tempo di sviluppare un vino che ha nell’armonia il suo punto di forza sensoriale. Nel Brunello, l’enologo è esclusivamente l’assistente del tempo: 5 anni pieni di maturazione minimi rappresentano la massima espressione dell’amore che c’è tra il tempo e il vino, lo spazio perfetto perché entrino in risonanza.

La Fuga Brunello di Montalcino DOCG 2015 è nato nell’equilibrio vendemmiale per approdare all’armonia sensoriale. Tutte le evoluzioni che ha attraversato sono esclusivamente figlie del tempo, l’esempio di come il Sangiovese riesca a terziarizzare, a evolvere nel legno stagionato. Un vino in cui gli aromi suonano come un’orchestra sinfonica, senza descrittori dominanti.

Nella Tenuta La Fuga, la più piccola del gruppo familiare Ambrogio e Giovanni Folonari Tenute, viene utilizzato esclusivamente legno stagionato, non tostato, quindi botti che appartengono alle tradizioni, alla cultura italiana, con una stagionatura di oltre un anno per ogni centimetro di spessore della doga. Sono questi dettagli che creano le eccellenze, l’eleganza nel bicchiere.

L’enologo Roberto Potentini, descrive così La Fuga Brunello di Montalcino DOCG 2015: “La nostra interpretazione di Brunello è un vino di grande stile che non segue le mode ma nasce dalla tradizione e la segue fedelmente, nell’infinito sforzo di migliorarsi sempre. Non è un vino che sorprende per la potenza: affascina per l’armonia.”

Nella Tenuta vengono prodotti La Fuga Brunello di Montalcino DOCG, Le Due Sorelle Brunello di Montalcino Riserva DOCG e La Fuga Rosso di Montalcino DOC, versioni nobili di Sangiovese Grosso che maturano in legni di rovere italiano.



NEWSLETTER